pdf 32Clicca qui per scaricare il Codice Etico PARISI in formato pdf

FRANCESCO PARISI - Casa di Spedizioni S.p.A., TRIESTE

Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Francesco Parisi s.a.s., Trieste


CODICE ETICO (del Gruppo)


1.1. Il Codice Etico (il “Codice”) riassume i principi di comportamento che soci, amministratori, dirigenti, dipendenti e collaboratori a qualsiasi titolo, nonché i fornitori del Gruppo Francesco Parisi s.a.s. (il “Gruppo”), fondato a Trieste nel 1807, devono rispettare nel condurre le attività di impresa, nell’eseguire le prestazioni di lavoro e, in generale, nei rapporti interni ed esterni al Gruppo stesso. Esso non ha pretese di esaustività.
1.2. il codice si può consultare in intranet e nel sito internet e può essere richiesto in forma cartacea alle direzioni delle società del Gruppo


PRINCIPI GENERALI


2.1 DIRITTI UMANI: Il Gruppo promuove e difende in ogni circostanza il rispetto dei diritti inviolabili dell’uomo e ripudia qualsiasi discriminazione fondata sul sesso, sull’etnia, sulla lingua, sul credo religioso e politico e sulle condizioni sociali e personali.
2.2 CONFORMITA’ ALLE LEGGI: il Gruppo rispetta ogni norma di legge e, in generale, ogni normativa locale, nazionale o internazionale nei paesi nei quali si trova ad operare. Per assicurare tale obiettivo le società del Gruppo adottano modelli di organizzazione, gestione e controllo atti a prevenire la commissione di illeciti
2.3 SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE: il Gruppo accoglie pienamente i principi della sostenibilità ambientale e del risparmio energetico sia per quanto attiene l’ organizzazione dei propri siti produttivi sia nelle scelte logistiche e di trasporto relative alla propria attività caratteristica
2.4 INTEGRITA’ FINANZIARIA E LOTTA ANTIFRODE: ogni attività economica e transazione finanziaria delle società del Gruppo si svolge osservando i principi di integrità e trasparenza
2.5 LOTTA ALLA CORRUZIONE: il Gruppo rifiuta la corruzione come strumento di conduzione delle proprie attività. Non è quindi ammesso in alcuna circostanza proporre alcun tipo di vantaggio a titolari di cariche pubbliche elettive, pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio così come a privati. Non è altresì ammesso richiedere vantaggi personali per l’esecuzione di alcuna attività del Gruppo.
2.6 CONCORRENZA: il Gruppo riconosce i principi della concorrenza leale e rispetta la normativa antitrust di volta in volta applicabile ed in nessun caso pone in essere atti o comportamenti contrari ad una concorrenza libera e leale
2.7 RISERVATEZZA E SEGRETEZZA: le società del Gruppo mantengono la massima riservatezza e segretezza sulle informazioni e sui dati relativi ai propri collaboratori, clienti e fornitori dei quali vengano in possesso in nesso con l’attività svolta ed assicurano che i propri sistemi informativi siano adeguatamente protetti da intrusione di terzi non autorizzati
2.8 TUTELA DELLA DIGNITÀ INDIVIDUALE: il Gruppo ritiene fondamentale che, sul lavoro, sia garantita la tutela della dignità individuale, vietando a tutte le Società appartenenti al Gruppo, sia in Italia che all’estero qualsivoglia forma di sfruttamento del lavoro ed, in particolare, del lavoro minorile. Si impegna, pertanto, con riguardo al lavoro minorile, a non assumere lavoratori di età inferiore a 15 anni.


RELAZIONI CON I CLIENTI


3.1 DEFINIZIONE DI CLIENTE: il Gruppo opera nel settore dei servizi logistici alle imprese industriali e commerciali. Il Gruppo non opera di regola per conto di privati cittadini consumatori finali.
3.2 IMPARZIALITA’: il Gruppo garantisce parità di trattamento ai propri clienti attuali e potenziali. Differenziazioni tariffarie e/o normative nei rapporti con i clienti sono possibili ma devono essere basate solamente su ragioni oggettive e verificabili.
3.3 STILE DI COMPORTAMENTO: il Gruppo impronta le relazioni con i clienti all’ascolto, alla disponibilità, alla cortesia, all’onestà, alla lealtà, alla professionalità ed in ogni caso al rispetto di tutti i principi di questo codice
3.4 SODDISFAZIONE DEL CLIENTE: la soddisfazione dei clienti è un principio di primaria importanza. Per tale motivo il Gruppo mette in atto misure e procedure per misurare e valutare la soddisfazione del cliente così da migliorare costantemente il livello della propria offerta e da poter correggere tempestivamente ed efficacemente eventuali motivi di insoddisfazione
3.5 CORRETTEZZA E TEMPESTIVITA’ DELLE INFORMAZIONI: tutte le comunicazioni ai clienti devono essere tempestive, veritiere, corrette e leali. Il Gruppo si astiene in ogni modo da qualsiasi pratica ingannevole.
3.6 RISERVATEZZA: il Gruppo adotta ogni misura necessaria per garantire la riservatezza dei dati e delle informazioni fornite dal cliente
3.7 INNOVAZIONE: il Gruppo persegue costantemente l’innovazione dei propri servizi e presta attenzione alle esigenze dei clienti in modo da anticipare le tendenze del mercato
3.8 CONFORMITA’ ALLE LEGGI: il Gruppo osserva scrupolosamente la conformità alle leggi e non potrà soddisfare eventuali richieste dei clienti di eluderne il senso o aggirarne la portata.
3.9 OMAGGI: non è ammessa alcuna forma di regali, omaggi o benefici a esponenti del cliente che ecceda le normali pratiche di cortesia e che possa essere interpretata ad acquisire trattamenti di favore. L’offerta di omaggi che si differenziano dai piccoli oggetti promozionali di modico valore, deve essere autorizzata dai responsabili di funzione e adeguatamente documentata.


RELAZIONI CON I FORNITORI


4.1 DEFINIZIONE DI FORNITORE: il Gruppo considera fornitore chiunque provveda prodotti o servizi che sono funzionali alla propria attività produttiva ovvero vengano incorporati nei propri servizi ai clienti
4.2 CRITERI DI SELEZIONE: il Gruppo seleziona i beni e servizi dei quali si approvvigiona sulla base di criteri di economicità, qualità e rispetto dell’ambiente e pertanto assoluta neutralità nella scelta del fornitore, Il fornitore deve peraltro assicurare di aderire ai principi e rispettare i criteri adottati dalle società del Gruppo con questo codice etico.
4.3 VALUTAZIONE: il Gruppo adotta apposite procedure per la scelta e la valutazione in modo trasparente ed imparziale dei fornitori
4.4 OMAGGI: l’accettazione da parte di collaboratori del Gruppo di omaggi è ammessa solamente nel caso in cui non ecceda le normali pratiche di cortesia e non sia tale da influenzare i criteri di selezione e la valutazione del fornitore


RAPPORTI CON I DIPENDENTI E COLLABORATORI


5.1 DEFINIZIONE: sono dipendenti e collaboratori tutti coloro che intrattengono un rapporto di lavoro o di collaborazione finalizzato al raggiungimento dei fini dell’impresa. Le società del Gruppo formalizzano tali rapporti nel rigoroso rispetto formale e sostanziale delle normative e degli accordi retributivi e normativi vigenti
5.2 PRINCIPI GENERALI: il gruppo ripudia qualsiasi discriminazione basata sul sesso, sull’etnia, sulla lingua, sul credo religioso e politico e sulle condizioni sociali e personali. Il Gruppo promuove le pari opportunità tra donne e uomini e assicura percorsi di carriera basati esclusivamente sul merito.
5.3 FORMAZIONE: Il Gruppo valorizza la crescita professionale organizzando e/o incoraggiando attività di formazione continua
5.4 TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA: il Gruppo rispetta tutte le norme, regolamenti e tecniche di volta in volta applicabili in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori e adotta sistemi di gestione adeguati a questo scopo
5.5 CONFLITTO DI INTERESSI: i dipendenti e collaboratori operano per il perseguimento degli obbiettivi e degli interessi del Gruppo. Essi sono tenuti ad informare senza ritardo i propri superiori di situazioni o attività nelle quali potrebbero essere titolari di interessi in conflitto con quelli del Gruppo (o lo siano prossimi congiunti)
5.6 UTILIZZO DEI BENI AZIENDALI: l’utilizzo dei beni aziendali da parte di dipendenti e collaboratori è improntato alla massima cura per preservarne la durata nel tempo, a comportamenti tesi al risparmio delle risorse anche ai fini della tutela dell’ambiente ed esclude l’uso ai fini personali, salvo i casi nei quali questo sia regolamentato da appositi accordi scritti
5.7 RISERVATEZZA: dipendenti e collaboratori assicurano la massima riservatezza su ogni informazione e dato di cui vengono a conoscenza nell’ambito dell’attività svolta per il Gruppo nel rispetto dei principi aziendali


RAPPORTI CON LA COLLETTIVITA’


6.1 PARTITI POLITICI il Gruppo non finanzia alcun partito o movimento politico
6.2 ISTITUZIONI: il Gruppo impronta i rapporti con Istituzioni, intendendo con ciò ogni ente della Pubblica Amministrazione nonché eventuali esponenti del mondo politico a principi generali di legalità ed integrità. Il Gruppo ripudia comportamenti con le istituzioni tendenti allo scambio di favori.


MODALITA’ DI ATTUAZIONE


7.1 COMUNICAZIONE: Il presente Codice Etico è portato alla conoscenza di tutti i dipendenti delle società del Gruppo e, nella massima misura possibile, di tutti gli interlocutori esterni delle Società, per mezzo di apposite ed idonee attività di
comunicazione, tra le quali: la consegna di una copia del Codice Etico ai dipendenti e alle controparti contrattuali delle Società appartenenti al Gruppo Parisi, la formale dichiarazione di vincolo del Codice Etico sotto il profilo disciplinare per tutti i dipendenti, mediante circolare interna e l’affissione dello stesso nei locali ove si svolge l’attività sociale in luogo accessibile a tutti; l’introduzione in tutti i contratti sottoscritti dalle Società del Gruppo di una nota informativa relativa all’adozione del Codice Etico; la pubblicazione dello stesso sul sito internet delle Società del Gruppo Parisi; l’inserimento di clausole risolutive espresse nei contratti di fornitura o collaborazione che facciano esplicito riferimento al rispetto delle disposizioni del Codice Etico.
7.2 INFORMAZIONE Al fine di assicurare una corretta comprensione del Codice Etico a tutti i nuovi dipendenti e collaboratori le Società del Gruppo si impegnano a predisporre ed effettuare, entro la fine del primo trimestre successivo all’inizio del nuovo rapporto contrattuale, anche in considerazione delle indicazioni del legale rappresentante, iniziative di formazione differenziate secondo il ruolo e la responsabilità dei dipendenti o collaboratori.
7.3 SEGNALAZIONI: tutti i destinatari sono tenuti a segnalare direttamente, anche senza passare per via gerarchica, ogni violazione o sospetto di violazione del Codice Etico all’Organismo di Vigilanza o, ove non fosse nominato, all’organo amministrativo, che provvede ad una verifica sulla segnalazione, ascoltandone eventualmente l’autore ed il responsabile della presunta violazione.
7.4 VIOLAZIONI DEL CODICE ETICO: l’Organismo di Vigilanza o, ove non fosse nominato, l’organo amministrativo, accerta le violazioni del Codice Etico affinché siano adottati i provvedimenti e le sanzioni ritenute opportune.
7.5 IMPLEMENTAZIONE CODICE ETICO: ogni società del Gruppo nell’adottare il presente codice etico definirà proprie coerenti modalità di attuazione in linea con i propri modelli organizzativi e/o normative nazionali applicabili


Adottato dal C.d.A. di Francesco Parisi - Casa di Spedizioni S.p.A.

Trieste 28 Giugno 2016